Euforia assunzioni per la Google Car

Euforia assunzioni a Mountain View  per il progetto Google Car. Si cercano non soltanto programmatori e web designer. Il gigante di internet sta scalando il suo progetto di auto che si guida da sola e offre 36 posizioni nel progetto Google X. Si stanno cercando esperti nella ingegnerizzazione della produzione e nello sviluppo di sistemi di controllo, robotica e sensori.

La lista include vari ruoli. Esperti di meccanica, automotive, sicurezza stradale e affidabilità. Ci sono però anche altre posizioni aperte nel settore marketing, nell’immobiliare e nella politica di asistenza relativi al progetto. Questa euforia suggerisce che Google è nella fase in cui pensa di scalare il progetto verso dimensioni di tipo commerciale.

Leggendo l’inizio di molti annunci si capisce come google sia molto presa da questo progetto infatti si puo leggere:

The self-driving car project aims to improve people’s lives by transforming mobility and making it easier and safer for everyone to get around, regardless of their ability to drive,..

Ossia il progetto mira a migliorare la vita delle persone trasformando il modo di muoversi con semplicità e sicurezza per ciascuno indipendentemente dalla abilità di guida.

Oppure:

So far, we’ve self-driven over one million miles and are currently out on the streets of Mountain View, California and Austin, Texas.”

Abbiamo condotto oltre un milione di miglia con la nosta self-driven car al di la delle strade di Mountain View e di Austin.

Google è solo una delle tante compagnie impegnate nella sfida della macchina che si guida da sola. Ci si chiede quando si passerà dalla fase di sviluppo alla produzione e vendita della self-driving car magari col machio Google oppure in partenership con qualcuno dei maggiori costruttori mondiali di autoveicoli. Si rumoreggia da tempo di un accordo con Ford ma sembra che quest’ultima stia per siglase un accordo con Amazon. Intanto General Motors sta investendo consistenti cifre in una startup rivale di Google, la Lyft che sta studiando il self-driving vehicle network ossia la possibilità di connettere tra loro tutti gli autoveicoli circolanti al fine di aumentare la sicurezza stradale.